Un altro anno di buoni propositi...

October 20, 2016

 

Archiviate le vacanze, inizia un altro anno di buoni propositi…

 

Dopo le vacanze vi specchiate e vorreste far sparire immediatamente ciò che una forchetta troppo generosa vi ha lasciato:

 

“da quest’anno subito in palestra e a dieta, quest’anno ce la faccio…”

 

Ogni anno le palestre si riempiono a settembre, per svuotarsi inesorabilmente verso Natale; si assiste poi in primavera inoltrata al rifiorire degli aspiranti atleti, in cerca del  miracolo che li riporti in forma entro l’estate.

Prima di ripetere la stessa pantomima anche quest’anno, con relativo spreco di energie e risorse economiche, forse sarebbe il caso di chiedersi quali sono le motivazioni che causano tutto ciò…intendo quelle vere, non le solite scuse che diamo (e ci diamo): “non ho abbastanza tempo”, “è un periodo faticoso”, “eh.. la famiglia”, “la mia amica non viene, che vado da sola?”

  • Carico iniziale eccessivo: l’entusiasmo va bene, ma non dovrebbe portarci agli eccessi…la voglia iniziale di ricominciare ci porta spesso ad esagerare, sottoponendo il fisico ad un carico iniziale eccessivo, esponendosi nel caso peggiore ad infortuni, nel caso migliore a un malessere post-allenamento eccessivo, con conseguente limitazione dell’attività quotidiana. In entrambi i casi, una causa di interruzione degli allenamenti, e nel contempo azzeramento dell’entusiasmo iniziale

  • Eccesso di privazioni nell’alimentazione: in questo caso invece di fare troppo, si toglie troppo…gli eccessi delle vacanze portano spesso a drastiche e repentine riduzioni nell’alimentazione, causando da un lato una sofferenza  fisica ed emotiva che facilmente porta alla rinuncia al cambiamento delle abitudini alimentari (con conseguente impatto sui risultati attesi dall’attività fisica), dall’altro difficoltà nell’attività fisica, a causa di un intake calorico non adeguato o non bilanciato

  • Assenza di risultati: questo è forse il fenomeno più comune, sia nel campo alimentare sia sportivo. Spesso non è la mancanza di motivazione o lo scarso sacrificio a determinare il fallimento, ma semplicemente che si fanno le cose sbagliate, a tavola o in palestra. Tante persone sono convinte di avere delle abitudini alimentari corrette, e si ammazzano veramente di fatica in palestra, ma la mancanza di competenza in tali campi (propria o della persona cui ci si è affidati) fa sì che gli sforzi non saranno premiati

  • Mancanza di un obiettivo specifico: variante del caso precedente…se non so cosa voglio nessun risultato mi potrà ripagare del sacrificio

  • Assenza di un piano: del resto, anche avere un obiettivo non è sufficiente, se non si ha in mente in modo chiaro come raggiungerlo

  • Eccesso di aspettative: “se dopo due settimane non ho risultati questa cosa non funziona, è inutile che mi affatico”...no comment

  • Bassa spinta al sacrificio: l’attività fisica è fatica, dimagrire è sacrificio, e non tutti ce la fanno a resistere…

A breve concludo, così potrete anche iniziare e a saltare i pasti e a causarvi qualche tendinite, ma prima vorrei lasciarvi qualche suggerimento, niente di trascendentale, cose che sicuramente sappiamo tutti, ma un ripassino male non fa… :-)
 

 

Cambiate Abitudini

Se per voi sono veramente così importanti la forma fisica e il benessere, dategli uno spazio importante nella vostra vita quotidiana. Non è vero che non c’è abbastanza tempo per lo sport, non c’è abbastanza tempo per le cose secondarie, se lo sport fa parte di queste o di quelle primarie dipende da voi. Se partite dal presupposto che una cosa vada fatta, ci sarà uno spazio per questa, eventualmente limitando il tempo dedicato ad altre cose.

Anche le abitudini alimentari dovrebbero cambiare…se il vostro il peso continua ad oscillare tra quanto seguite una dieta dimagrate e quando non la seguite, forse è il caso di ammettere che mangiate troppo, o le cose sbagliare. Va tra l’altro tenuto presente che con l’avanzare dell’età il nostro fabbisogno calorico si riduce (il tasso metabolico si riduce di circa il 2,5% in 10 anni [1]). 

Mangiare il giusto, mangiare spesso, e non ultimo mangiare le cose giuste…

 

Ponetevi obiettivi realistici

Non cercate i miracoli, un obiettivo troppo sfidante vi spingerà a ritmi forsennati e a diete drastiche…

Una dieta troppo drastica porterà il metabolismo ad attaccare la massa magra, e non vi darà abbastanza energie per allenarvi; d’altra parte un allenamento troppo vigoroso, oltre alla semplice sofferenza (acuita dalle poche energie) vi esporrà a rischio di infortuni…

…non solo, probabilmente non raggiungerete l’obiettivo, ma dovrete anche affrontare la delusione dei sacrifici fatti invano.


Fate un passo alla volta

Oltre all’obiettivo stagionale, datevi degli obiettivi intermedi, che vi permettano di capire che state andando nella direzione giusta e che vi tirino sù il morale J

Se siete in difficoltà fatevi aiutare da un professionista, sia nel campo dell’alimentazione sia in quello sportivo c’è chi vi può dare una mano.

 

Non improvvisate

Non lasciate che il caso guidi i vostri allenamenti, o la vostra alimentazione. Se non avete competenza rivolgetevi ad un esperto, e come ho già detto in precedenti post, documentatevi (non prendete tutto per oro colato, leggete, fate domande, è il vostro corpo in gioco, fate almeno lo sforzo informativo che fareste nel comprare un’auto J )

 

L’ingrediente più importante: la pazienza

Siamo tutti diversi, e  il nostro fisico ha comportamenti che non sempre possiamo prevedere. Se i risultati tardano ad arrivare nei primi tempi, ripetete a voi stessi “Sto facendo la cosa giusta”, non vi abbattete al primo responso della bilancia J.

Ci vuole tempo per ottenere dei risultati di condizionamento fisico che siano evidenti, a lungo andare i vostri sforzi saranno ripagati…

Certo, se con l’andare del tempo continuate a non trarre benefici, forse è il caso di parlarne con un esperto (o di cambiare “esperto”).

 

Bibliografia

 

[1] Keyes, A., H. Teylor, F. Grande, "Basal Metabolism and age of adult men." Metabolism 22: 579-587, 1973

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

© 2018 by Federico Carosi 

  • Facebook Social Icon
  • instagram-Logo-PNG-Transparent-Background-download
  • YouTube Social  Icon