Ma tu ce l’hai con la Zumba?

November 8, 2016

 

 

Più volte mi è stato chiesto se io abbia una particolare antipatia per la Zumba, visti i miei riferimenti apparentemente dispregiativi a questa disciplina, come ad esempio in un post in cui dico che il Tacfit è meglio della Zumba.

 

Facciamo una premessa…

 

In Europa il 10% dei decessi è direttamente correlato alla mancanza di attività fisica, oltre la metà sono in sovrappeso o obesi, solo il 34% dei ragazzi tra i 13 e i 15 anni è fisicamente attivo.

L’Italia è un paese tra i più sedentari in Europa, con il 60% degli adulti dichiara di non fare sport o attività fisica.

In un questo quadro desolante, chi si allena regolarmente fa parte di una minoranza. Di conseguenza qualsiasi attività faccia, da un punto di vista generale è la benvenuta. E sottolineo qualsiasi attività: fare le scale invece si utilizzare l’ascensore, parcheggiare l’auto un po’ più lontano del solito, sono buone abitudini che male non fanno.

 

Allora perché ce l’hai con la Zumba?

 

Non ce l’ho con la Zumba, non ce l’ho con l’Acquagym, non ce l’ho con lo Striding, non ce l’ho con il tressette. Credo nella libertà di scelta di ciascuno di spendere il proprio tempo come meglio crede.

 

Ti diverte quello che fai? Va benissimo, continua e divertiti.

 

Ora, nessuno si aspetta che giocare a tressette per un’ora comporti modificazioni significative nel metabolismo a riposo…

 

Rispetto all'attività fisica che si intraprende, credo sia opportuno porsi le seguenti domande:

 

Qual è l’obiettivo che mi son posto? L’attività che intraprendo va in tale direzione?

 

Se l’obiettivo è divertirsi, ben vengano la Zumba e il tressette.

 

Se l’obiettivo è il minimo sindacale per mantenersi in buona salute, la Zumba va ancora bene (l’OMS raccomanda un minimo di 150 minuti di attività aerobica moderata).

 

Se però pensate di indurre modificazioni fisiche o metaboliche rilevanti saltellando a tempo di musica per due ore a settimana, beh non ci siamo…

 

Ho già scritto in altri post di metabolismo, di fabbisogno calorico, di allenamento ad alta intensità finalizzato al dimagrimento e di molto altro. Potremmo parlare di supercompensazione, e lo faremo sicuramente in successivi post, ma non credo sia il caso di parlarne qui…se siete convinti che quello che ho detto non è vero perché ve lo ha detto il sapientone di turno, non sarà una spiegazione scientifica e circostanziata che vi farà cambiare idea.

 

Se volete continuate a dare la colpa la vostro metabolismo fate pure, se volete date anche la colpa alle scie chimiche, continuate a ballare o a zompettare in piscina, io continuerò ribadire che il Tacfit è meglio della Zumba…

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

© 2018 by Federico Carosi 

  • Facebook Social Icon
  • instagram-Logo-PNG-Transparent-Background-download
  • YouTube Social  Icon