Che fine ha fatto tacfit.it?

May 28, 2018

 

Chi era abituato a passare da qui per sapere i programmi di allenamento della settimana, per avere qualche informazione sul Tacfit o essere indirizzato a siti sull'argomento è rimasto stupito, e parecchi mi hanno chiesto spiegazioni. 

Penso sia doveroso chiarire, anche in risposta a chi, più o meno direttamente, critica le scelte altrui senza informarsi.

Ho scoperto il Tacfit qualche hanno fa, e l'ho trovato un ottimo sistema di allenamento, tanto da diventarne istruttore e lavorare in questi anni per la sua diffusione.

In  questi anni ne ho potuto apprezzare le peculiarità, peculiarità che ne fanno un sistema certamente originale. 

L'allenamento con le clubbell ad esempio è a mio parere ineguagliabile, per tutti i motivi di cui ho parlato nello specifico post, ed è tutt'ora una delle modalità di allenamento che prediligo.

Per farlo però, è necessaria una fase di apprendimento non indifferente, e chi affronta questo percorso è certamente motivato nel perseguirlo.

E' questo uno dei motivi principali per cui ho deciso di andare oltre. Il Tacfit è per chi non solo ha voglia di allenarsi, ma per chi ha voglia di imparare, di passare molte ore ad apprendere la tecnica; in sintesi, per chi è già molto motivato. Personalmente ho scelto di volermi rivolgere a tutti,  soprattutto a chi ha bisogno di essere motivato.

Inoltre proporre il Tacfit in un centro fitness comporta spesso situazioni in cui un passante voglia provare, e per quanto tutti diranno che non è vero, non  è possibile portarlo immediatamente a un livello tale da affrontare un allenamento tipo, anche con tutte le regressioni del caso, se non a scapito di tutti gli altri partecipanti che perderanno mezza lezione.

Personalmente, mi spiace, non posso nemmeno permettere che una persona si alleni senza avere quel minimo di tecnica di base che lo protegga dagli infortuni; purtroppo l'ho visto fare spesso, ma non mi appartiene.  

Ho deciso quindi di andare oltre, di cercare di semplificare, in modo da permettere a tutti di poter lavorare in sicurezza senza avere un bagaglio tecnico rilevante.

Se uno squat non è perfetto migliorerà, l'importante è che sia garantita l'assenza di atteggiamenti o movimenti potenzialmente pericolosi.

Se poi i puristi pensano che l'esercizio debba essere "bello", francamente mi interessa poco. Come mi interessano poco le chiacchiere da bar di presunti errori nella tecnica di esecuzione basati sul nulla, e che smetterebbero di essere citati se tutti leggessero prima di parlare.

 

Continuo ad essere un praticante di Tacfit, ma come insegnante (e non istruttore) ho deciso di andare oltre. Tutto qui.

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

© 2018 by Federico Carosi 

  • Facebook Social Icon
  • instagram-Logo-PNG-Transparent-Background-download
  • YouTube Social  Icon